NUOVO DPCM IN VIGORE DA VENERDÌ 6 NOVEMBRE

Giovedì 5 Novembre 2020

E' stato pubblicato un nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, che entrerà in vigore da domani e avrà validità fino al 3 dicembre.

Con questo provvedimento l'Italia è stata suddivisa in zone, con misure differenziate in base a tre scenari di rischio.

Per tutti valgono le regole introdotte con il nuovo dpcm e poi, a seconda dell'area di rischio di appartenenza, vengono aggiunte nuove limitazioni.

Attualmente la Regione Lazio rientra nella cosiddetta “zona gialla”, in cui sono valide le misure stabilite dal Governo per tutto il territorio nazionale, senza le ulteriori restrizioni.

Di seguito trovate le principali novità introdotte e le regole da seguire:

MASCHERINA SEMPRE - Obbligo sull'intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all'aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi.

COPRIFUOCO - A livello nazionale sarà attivo il coprifuoco sull'intero territorio dalle 22:00 alle 5:00. In questa fascia oraria sono consentiti esclusivamente, previa autocertificazione, gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

Link autocertificazione: https://www.interno.gov.it/.../modello_autodichiarazione...

RACCOMANDAZIONE: "NO SPOSTAMENTI" - È in ogni caso fortemente raccomandato, per la restante parte della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

TRASPORTI AL 50% - A bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale, con esclusione del trasporto scolastico dedicato, è consentito un coefficiente di riempimento non superiore al 50 per cento.

SCUOLA - Zona gialla: didattica a distanza per le scuole scuole superiori. In presenza nidi, scuole dell'infanzia, elementari e medie.

RISTORAZIONE (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, pizzerie) - Zona gialla: aperti dalle 5:00 fino alle 18:00; massimo quattro persone per tavolo (salvo che siano tutti conviventi), dopo le ore 18:00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.

Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio senza limiti di orario e, fino alle ore 22:00, la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

STOP MUSEI E MOSTRE - Sono sospesi le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura, quindi resterà chiusa al pubblico anche la biblioteca comunale.

CENTRI COMMERCIALI E MERCATI - Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all'interno dei centri commerciali e dei mercati, ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.

CONCORSI - È sospeso lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione all’esercizio delle professioni, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica, ovvero in cui la commissione ritenga di procedere alla correzione delle prove scritte con collegamento da remoto, nonché ad esclusione dei concorsi per il personale sanitario.

INCENTIVARE LO SMART WORKING- Le pubbliche amministrazioni assicurano le percentuali più elevate possibili di lavoro agile, compatibili con le potenzialità organizzative e con la qualità e l'effettività del servizio erogato con le modalità stabilite da uno o più decreti del ministro della Pubblica amministrazione. Stessa cosa per "ciascun dirigente", che "organizzi il proprio ufficio assicurando lo svolgimento del lavoro agile nella percentuale più elevata possibile".

STOP SALE GIOCHI E SCOMMESSE - Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente.

 



© 2020 Città di Ladispoli - Piazza G.Falcone, 1 - 00055 Ladispoli (Rm) - Codice Fiscale: 02641830589 - Partita IVA: 01093441002 - comunediladispoli@certificazioneposta.it